Parrocchia Santa Maria di Corpolò e SS. Cristina e Paolo. (Rimini)
Parrocchia Santa Maria di Corpolòe SS. Cristina e Paolo.(Rimini)

Don Matteo Tosi

Un personaggio dell’epoca di don Torri, che ha onorato il paese di Corpolò, è stato don Matteo Tosi. Ha avuto diversi titoli: Canonico del Duomo di Rimini, Cavaliere del Regno d’Italia, Maestro di musica sacra, Direttore della Cappella Marciana... più quelli che la stampa del tempo gli ha attribuito: “Rapsodo avventuroso”, “Prete artista di Corpolò”, “Genio estroso e simpatico”.

Chi lo ha conosciuto sa che era schivo dal cercare onori e dal farsi chiamare con i suoi titoli. Preferiva essere chiamato don Tosi, Maestro, o meglio, don Matteo. Con la pipa in bocca, la capigliatura al vento, quella voce potente, quella mente sempre immersa nelle note, don Matteo era una figura caratteristica: suonare, cantare, fischiettare era la sua vita. Componeva musica su musica ad ogni richiesta, per amici, per le case musicali editrici, per le sue cappelle, senza pretese, spesso senza compensi, sempre con grande cordialità e competenza.

Don Tosi era nato a Corpolò in una casetta di campagna a fianco di via Baracchi, il 3 giugno 1884. Da piccolo appendeva pezzi di coppo ad uno spago, li batteva con un sasso e ricavava - diceva lui - le note musicali.

Più grande, entrò nel Seminario di Pennabilli e poi in quello di Rimini. Fin dai primi anni si distinse per l’inclinazione alla musica: cantava, suonava, dirigeva piccoli cori, componeva litanie e mottetti facendo presagire che sarebbe diventato grande in quell’arte. Prima ancora di cantare Messa, dal Vescovo di Rimini fu mandato a Roma perché frequentasse la Pontificia Scuola Superiore di Musica Sacra. Tornò presto con il diploma di Maestro di Musica.

L’anno dopo (1907) diventò Sacerdote e fu nominato Direttore della Cappella del Duomo. Con il suo carattere dinamico ed esuberante, non si fermò a Rimini. Lo troviamo infatti nel 1919 direttore di cappella nel Duomo di Velletri, nel 1921 fa parte della Polifonica di Casimiri come guida dei bassi e gira l’Europa a dare concerti. Dal 1926 al 1934 diventa direttore della Cappella Marciana a Venezia, dove si attira la simpatia e l’ammirazione dei Veneziani e dell’Arcivescovo Cardinale La Fontaine. Stanco anche di quella vita, ritornò a Rimini assieme alla mamma, diventò poi canonico del Duomo e direttore di Cappella.

Rifiutò altri concorsi in altre città, fra cui Palermo. Si mise a scrivere musica, a girare le parrocchie per i servizi festivi e a curare la schola cantorum del Duomo.

Viaggiava col suo motorino, con il quale ha avuto diversi incidenti, ha perso un occhio e un po’ l’udito, è rimasto in fin di vita, ma non si è mai fermato. Al professore Malaguti che lo diceva spacciato, in seguito diceva: “Gliel’ho fatta!”. Dopo la morte della mamma, si ritirò qualche tempo presso le Suore bianche di Santarcangelo. Poi ritornò a Rimini con i suoi nipoti. Dal 21 dicembre 1959, riposa nel cimitero civico di Rimini. L’Amministrazione Comunale, su richiesta del parroco di Corpolò, gli ha dedicato una via nella zona di espansione verso la nostra strada.

Don Tosi ha realizzato 20 messe e oltre 200 piccoli lavori come litanie, Tantum ergo, mottetti... Vanno sicuramente segnalate:

Messa di requiem a 4-8 voci da lui diretta alla presenza dei Reali d’Italia nel Pantheon di Roma in memoria di Re Umberto I. Gli meritò la onorificenza di Cavaliere.

Il Te Deum a 3-4 voci eseguito in piazza San Marco a Venezia nel 1928, decennale della vittoria.

Messa giubilare ad onore di Pio XI nel 50º del suo sacerdozio.

Don Tosi è il maestro della tecnica musicale, i suoi lavori sono molto curati e di una stesura perfetta. Lui stesso diceva: “Datemi la melodia di Perosi e vi farò vedere di che cosa son capace”. Don Tosi è al secondo posto, subito dopo Perosi, fra i compositori di musica sacra del XX secolo.

Dopo la morte di don Torri, la parrocchia fu curata dal cappellano don Gesuino Cubeddu. Poi il Vescovo inviò un parroco.

Sei Il Visitatore N°:

Online dal 28/03/2013

Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:

Meteo in tempo reale:

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Parrocchia Santa Maria Corpolo'. parrocchiacorpolo@gmail.com