Parrocchia Santa Maria di Corpolò e SS. Cristina e Paolo. (Rimini)
Parrocchia Santa Maria di Corpolòe SS. Cristina e Paolo.(Rimini)

Don Angelo Bardeggia

Parroco di Corpolò dal 1965 al 1969

Nato a Sant’Ansovino di Saludecio il 16 settembre 1934, già cappellano nella parrocchia di San Martino di Riccione, prese possesso della parrocchia di Corpolò il 5 aprile 1965. Al vederlo celebrare la Messa, al sentirlo parlare, al vederlo girare, don Angelo diede l’impressione di essere un angelo di nome e di fatto.

Sano, robusto, di neanche 31 anni, di lui i corpolesi dicevano: “Questo ci seppellisce tutti”. Invece ne seppellì appena 37, ne battezzò 70 e ne unì in matrimonio 33, perché, in neppure quattro anni, prese la malattia che non perdona e, lasciando nella costernazione genitori e parrocchiani, ritornò a Dio il giorno dell’Epifania del 1969.

Seppellito con tutti gli onori nel cimitero locale, è stato dopo qualche anno trasferito in quello di Sant’Ansovino vicino ai genitori. Adesso viene ricordato con amore da chi lo ha conosciuto e da una lapide in chiesa, in cui si può leggere: “Un fiore di bontà che olezzò per breve tempo nella Chiesa, rivelando alle anime, nel volto luminoso, nella parola calda e limpida, nella meditata azione sacerdotale, la paternità di Dio”.

In quattro anni don Angelo aveva dovuto ripassare il tetto della chiesa, rimettere a posto un finestrone della chiesa abbattuto da un uragano, sistemare un po’ meglio la casa e intraprendere la costruzione della nuova casa canonica (l’Ufficio amministrativo aveva approvato a questo proposito la vendita di un terreno).

Il lutto per la morte di don Angelo durò due mesi. Finalmente il 9 marzo1969 arrivava il nuovo parroco.

Sei Il Visitatore N°:

Online dal 28/03/2013

Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:

Meteo in tempo reale:

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Parrocchia Santa Maria Corpolo'. parrocchiacorpolo@gmail.com